Mangiare sano, cosa vuol dire?

mangiare bene per sentirsi al massimo!

mangiare sano

Indipendentemente dal tuo regime alimentare: onnivoro, vegetariano o vegan, mangiare sano è sempre possibile e più facile di quello che sembra, ti spiego subito come!

Ricchezza nutritiva degli alimenti

Magiare sano significa innanzitutto scegliere un’alimentazione ricca e variata, che sopperisca tutti i nutrienti necessari al nostro corpo. Per essere davvero completa e sana infatti, la nostra alimentazione deve apportare sia macro che micro nutrienti:

    • I macro nutrienti sono i famosi carboidrati (zuccheri), lipidi (grassi), proteine (aminoacidi). I primi due ci forniscono soprattutto energia, mentre le proteine sono quei “mattoncini” che costituiscono e riparano i nostri tessuti.
    • I micro nutrienti, suddivisi in sali minerali, oligoelementi e vitamine, svolgono funzioni importantissime per il mantenimento delle funzioni fisiologiche essenziali del nostro corpo.

Per stare bene e vivere in salute dobbiamo, ogni giorno, accaparrarci tutte queste molecole che, una volta ingerite diventano…noi!
Durante la digestione gli alimenti vengono scomposti in macro e micro elementi che vengono filtrati dal nostro intestino, assorbiti nel nostro flusso sanguigno e finalmente assimilati dalle nostre cellule. Sarà poi il nostro corpo a utilizzare queste molecole per rinforzare le nostre ossa, riparare i nostri tessuti e produrre energia per funzionare al meglio.

Per mangiare sano scegli di consumare frutta e verdura di stagione e biologica, grassi nobili e naturali, proteine di alta qualità adatte alla tua individualità digestiva e carboidrati complessi di lento assorbimento. Per saperne di più, leggi la mia guida al piatto sano e completo!

Purezza degli alimenti 

Secondariamente, mangiare sano significa scegliere alimenti puri, che ci permettono di nutrirci senza esporci a sostanze tossiche e possibilmente nocive per la nostra salute. I cibi sani sono quelli di alta qualità, nella forma più semplice e più vicina alla natura. Sono alimenti non raffinati o industrializzati, preferibilmente biologici, stagionali e locali.

Scegliendo alimenti di qualità, biologici e di origine sicura e controllata diminuirai l’ingestione di residui di pesticidi, antibiotici e ormoni e, allo stesso tempo, aumenterai notevolmente la quantità di micronutrienti, provenienti direttamente dalla terra dove vengono coltivati.

Questo significa che posso solo consumare frutta e verdura che siano certificati biologici?

Ovviamente la risposta è no, ma è necessario fare del proprio meglio per ridurre al minimo l’esposizione ai pesticidi, evitando in particolare gli alimenti più contaminati. Tuttavia, i benefici per la salute di una dieta ricca di frutta e verdura superano sempre i rischi dell’esposizione ai pesticidi. Le stesse raccomandazioni valgono per le proteine, vegetali o animali, per i grassi nobili e per le tue fonti di carboidrati.

La salute è nelle tue mani!

e dipende dalle tue scelte quotidiane.

I primi passi del mangiare sano:

      1. Elimina dalla tua alimentazione tutti gli alimenti scarsamente nutrienti, ultraprocessati e contenenti grassi di pessima qualità (idrogenati in primis), zuccheri raffinati e residui di antibiotici, ormoni e pesticidi.
      2. Scegli di consumare un’ampia varietà di alimenti biologici e naturali, privilegiando grassi nobili, proteine di ottima qualità, frutta e verdura di stagione e carboidrati complessi.
      3. Dai sempre la preferenza ai mercati e alle fiere che offrono prodotti biologici e locali. Evitando gli ipermercati ridurrai anche il rischio di acquisti impulsivi di alimenti di bassa qualità.
      4. Coltiva uno sguardo attento e critico verso i prodotti industrializzati. Leggi sempre attentamente l’etichetta prima di comprare un prodotto, individuando qual’è l’ingrediente principale.
      5. Evita i prodotti alimentari che contengono più di cinque ingredienti a meno che non siano ingredienti veramente naturali. Se hai dei dubbi, non acquistarli.
      6. Crea un carrello della spesa contenente una media 80% di alimenti freschi, e preferibilmente organici, e un massimo del 20% di alimenti in scatole e lattine.

Per saperne di più: 

Vuoi saperne di più?
Facciamoci una chiacchierata gratuita!

Avremo mezz’ora per conoscerci e mi spiegherai quali sono i tuoi obiettivi in termini di salute e di alimentazione!

Condivi - Compartilhe
  •  
  •  
  •  
  •